L'ONDA TRASVERSALE

elettrosmog storia di ordinario declino di una civiltà patrimonio ambientale
DRIZZA LE ANTENNE il comitato per le scelte consapevoli | a Varese dal 2006 onde@ombrettadiaferia.com

 

CONTINUIAMO A SOSTENERE I SINDACI
CORAGGIOSI CHE EMETTONO ORDINANZE CAUTELATIVE!
drizza le antenne propone AD OLTRANZA
NO 5G IN FORMA UMANA

 

L'ITALIA STA MORENDO D'INQUINAMENTO

Il 95% dei cittadini europei che respirano, ogni giorno, i tre principali inquinanti atmosferici vivono nel Nord Italia.

 

8 aprile 2020

Con quasi 60 mila decessi prematuri correlati all’esposizione al PM2,5,

oltre 3 mila per l’esposizione all’ozono e circa 22 mila per il diossido di azoto,
l’Italia è il Paese con il maggior numero di morti

per inquinamento ambientale.

Un analogo record negativo è stato registrato anche per gli anni di vita persi
(
Years of life lost - YLL): nell’Ue28, nel 2013, si sono persi 898 anni di vita ogni
100 mila abitanti per PM10, 39 per ozono e 160 per diossido di azoto; in Italia i dati sono, rispettivamente, di 1095, 68 e 399 anni di vita persi ogni 100 mila persone.

fonte https://www.epicentro.iss.it/ambiente/AriaEuropa2015

 

nel rispetto delle misure di contenimento della pandemia

sull’intero territorio nazionale, varate dal Presidente del Consiglio dei Ministri

    

SEGUITECI sul CANALE    abrigliasciolta

in ottemperanza alle disposizioni sulla lettura vi raccontiamo a debita distanza letture&culture itineranti&corali

 

ARTICOLO 41 della COSTITUZIONE ITALIANA | Titolo III | Rapporti economici

 

"L'iniziativa economica privata è libera.

Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale

o in modo da recare danno alla sicurezza,

alla libertà, alla dignità umana.

La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l'attività economica pubblica e privata

possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali

(cfr art. 43)."

 

ARTICOLO 32 della COSTITUZIONE ITALIANA | Titolo II | Rapporti etico-sociali

 

La Repubblica tutela la salute

come fondamentale diritto dell'individuo

e interesse della collettività

e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno può essere obbligato

a un determinato trattamento sanitario

se non per disposizione di legge.

La legge non può in nessun caso

violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

 

DRIZZA LE ANTENNE invita gli Amministratori

di tutti i comuni della provincia di Varese

a seguire la buona pratica di emettere

ordinanze cautelative nei confronti

delle richieste di installazione.
L'unica azione degna dei tutori

della salute pubblica!!!!

 

ASSOCIAZIONE ITALIANA MEDICI PER L'AMBIENTE | ISDE ITALIA

www.isde.it
A.P.P.L.E. Elettrosmog

www.applelettrosmog.it
A.I.E. Associazione Italiana Elettrosensibili

www.elettrosensibili.it

invitano tutti i sindaci italiani a perseguire il principio di
PRECAUZIONE e PREVENZIONE e li sollecitano a prendere
una chiara posizione in merito alla sperimentazione
che ci trasforma tutti in cavie urbane come hanno fatto i
415 comuni STOP5G in Italia, i 263 Sindaci che hanno emanato ordinanze e le 2 regioni che hanno approvato mozioni per la precauzione

 

DRIZZA LE ANTENNE HA ADERITO ALL'APPELLO

sottoscritto in Lombardia da
ECORETE
IO AMO GIUSSAGO
ASSOCIAZIONE PARCO VISCONTEO
LABORATORIO AMBIENTE
GAIA

NELL'ULTIMO GIORNO D'INVERNO

 

Oggi è il 19 marzo, San Giuseppe, festa del papà...
Domani, 20 marzo, alle ore
4:50 scocca l'equinozio di primavera...

 

Vogliamo principiar così il nostro omaggio a un grande padre

per abrigliasciolta, per tanti nostri cari autori e per tanti,
veramente tanti lettori titolatissimi!

 

Sono trascorsi due mesi dalla partenza di Bob
verso il suo nuovo viaggio.
Continuiamo a non capacitarcene da ben sessanta giorni...

 

Sabato 21 marzo avremmo aperto le danze con uno splendido

itinerario di carovana dei versi,
di cui Bob era uno dei componenti più navigati,

e non solo in termini collettanei,
lungo le tappe che il nostro BARDO del cambiamento

ha toccato con noi lungo lo stivale in tutti questi anni...


Avremmo aperto anche le celebrazioni del decennale di ellis island,

l'opera monstre di Robert Viscusi,
che abrigliasciolta pubblica dal 23 marzo 2010.
Il primo dei lunghi e numerosi VERSI DI PRIMAVERA
previsti con la rinascita della carovana dei versi
per la nostra XVI giornata mondiale della poesia.


Ma senza Bob, tutto ha un sapore strano...


Quindi, sempre in ottemperanza alle disposizioni, passate e future, abbiamo deciso di omaggiarlo da oggi
sino al 4 aprile, il suo primo non compleanno,

virtualmente e con i nostri strumenti editorialartistici.

 

Bob è nella stanza accanto e ci ascolta ogni giorno,
spesso ci dà anche consigli:

gli abbiam composto, per iniziare, un itinerario da editORA.

 

Il 25 gennaio 2020 i suoi cari si stringevano in un commiato
nella sua città, New York.

 

 Abbiamo voluto creare un ponte ideale
ricordandolo anche a Varese, che tanto amava,
proponendolo durante il percorso della lettura itinerante di
ELEKTRO&smog per la giornata mondiale STOP 5G.


Cinque delle tappe toccate durante la ventiquattrore
sono state aperte con uno dei sonetti a cui Bob era più affezionato.
Mentre in NY gli amici lo ricordavano alle ore 16 locali,
proprio alle nostre 22, le parole di Bob si levavano dalla cima di

Santa Maria del Monte sopra Varese.

 

ciao Bob, non lasciarci mai soli, mentre cerchiamo di tenere alta la tua memoria...

 

  in ottemperanza alle disposizioni governative del Ministero della Salute

del 21 febbraio 2020 e della Presidenza della Regione Lombardia del 23,

emanate per contenere l'emergenza sanitaria in atto,

   il Sindaco di Varese in data lunedì 24 febbraio 2020 ha disposto la

 

SOSPENSIONE DI MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE

     IN OGNI LUOGO PUBBLICO O PRIVATO!

SEGUITECI sul CANALE abrigliasciolta

angolAzioni | XV PORTAUTORE abrigliasciolta

PAOLO ORIO | GIORGIO MARTIGNONI | GIACOMO LONGHI | MARIO GAZZOLA

www.

 

RIGHT TO KNOW | CAVIE A CIELO APERTO?

Ombretta Diaferia, rappresentante del comitato DRIZZA LE ANTENNE,

ha relazionato al summit nazionale dell'Associazione Italiana Elettrosensibili sull'imbarazzante

stallo amministrativo che sta congelando i risultati ottenuti a Varese dai cittadini dal 2007 al 2016.

 

__________________________________________________

un anno di attività del comitato cittadino per la corretta informazione
"drizza le antenne" si è impegnato sulle scelte inconsapevoli delle amministrazioni,
senza dissipare danaro pubblico in denunce sull'operato.
 
 
 
Varese 22 dicembre 2007
 
Il comitato cittadino "drizza le antenne" ha investito un anno di lavoro per portare corretta informazione alla cittadinanza.
 
Sorto dopo l'installazione selvaggia dell'impianto radiobase presso il cimitero di Casbeno il 27 dicembre 2006, il gruppo di cittadini conta oltre 1000 sostenitori di un progresso a misura d'uomo.
La massiva raccolta di firme presentate nel gennaio 2007 per fare chiarezza sull'operato di amministrazione comunale e gestori di telefonia in termini di inquinamento elettromagnetico, ha avviato la costituzione di una rete fattiva che oltre a partecipare alla consulta comunale sull'elettrosmog, collabora con reti nazionali come l'associazione elettrosensibili, la ReTe toscana, Conacem e Apple.
Il primo risultato ottenuto, dopo le varie convocazioni presso le Commissioni preposte, è stato relativo al riconoscimento da parte del Comune di Varese di non aver rispettato i vincoli ambientali e cimiteriali. L'amministrazione, quindi, si è posta in autotutela e le Commissioni congiunte dell'Assessorato all'Ambiente ed all'Urbanistica hanno ceduto sul blocco del piano di localizzazione dei gestori di telefonia per il 2007.
 
Un anno di lavoro puntuale e faticoso da parte di un comitato costituito da figure professionali di ogni tipo, che oggi, proprio sotto natale, è impegnato sulle osservazioni del nuovo piano di localizzazione 2008, pubblicato il 19 dicembre 2007 presso l'albo pretorio.
La situazione prospettata, però, è la medesima dello scorso anno: 24 le aree individuate, di cui solo 4 nella circoscrizione 2, quella di riferimento primario per "drizza le antenne": l'obiettivo delle osservazioni in atto, a cui il comitato invita tutta la cittadinanza, infatti, è relativo a vietare ogni altro tipo di installazione nella vecchia castellanza di Casbeno, ma soprattutto, di sensibilizzare la cittadinanza sulle operazioni connesse a tale piano.
Varese ha un'ottima copertura di rete per quanto riguarda la telefonia cellulare, mentre i nuovi sistemi sono volti a diffondere internet e la tv sui telefonini.
La necessità di mercato è legata ai nuovi eventi che interesseranno la città nel 2008 e "drizza le antenne" vuole invece far soffermare le amministrazioni sulla possibilità di esigere controlli ed applicazioni di tecnologie all'avanguardia che tutelino la salute pubblica.
In tutto il mondo si stanno perseguendo scelte consapevoli, che tengano conto delle patologie connesse all'elettromagnetismo:
Nel 2008 il comitato "drizza le antenne" sarà impegnato anche su ulteriori aspetti connessi ed aggravati sempre da scelte inconsulte: l'installazione dell'impianto radiobase veniva mitigato da un'area verde, dove tigli vigorosissimi ed ottuagenari compensavano diverse problematiche, determinate da cambiamenti ambientali, elettrosmog, inquinamento. 
Il 12 novembre la Provincia di Varese abbatte 16 di queste piante perché infastidivano i progetti di costruzione del parcheggio multipiano. L'area era bloccata dal 1993, ma grazie al grande evento dei mondiali di ciclismo 2008 a Varese, come in altre aree della città, si è riusciti ad operare lo scempio ambientale: Varese per godere di 100 posti in più a pagamento, dovrà affrontare una nuova emergenza ambientale e microclimatica.
 
Drizza le antenne dal 23 novembre sta effettuando una raccolta firme per chiarire estremi e modalità di questo danno al patrimonio cittadino per cominciare a presentarle prima della fine del 2007.
 
E gli auguri di buon 2008 giungeranno a ruota libera per continuare a diffondere una corretta informazione sul nostro futuro, sacrificato sull'altare del progresso

___________________________________

svegliarsi una mattina e scoprire di non avere più diritto a ciò che si è scelto

Questo era ciò a cui eramo abituati. E che avevamo scelto: la castellanza più antica della città. Svegliarsi al mattino abbracciati dal Monte Rosa che si specchia nel lago di Varese. Fino al 27 dicembre 2006.

Poi l'amministrazione comunale ci ha fatto un regalo: un'enorme antenna alta 40 metri ed atta ad ospitare diversi operatori telefonici. 

 

Questa, invece, è la visione a cui la nostra amministrazione ci obbliga. Senza neppure chiederci se siamo d'accordo.

Una domanda sorge spontanea: perché?

Non abbiamo diritto di scegliere dove e come vivere?

La scoperta che i vincoli cimiteriali e paesistico-ambientali non erano stati rispettati, fa nascere spontaneamente un comitato che rivendichi il diritto di conoscere le scelte degli amministratori in tema di patrimonio ambientale, culturale e storico e sensibilizzare gli animali umani sull'insensatezza di una civiltà in declino...

questo è solo l'inizio della storia...

informazioni più dettagliate su

elettrosmog storia di ordinario declino di una civiltà patrimonio ambientale

onde@ombrettadiaferia.com

DRIZZA LE ANTENNE il comitato per le scelte consapevoli | a Varese dal 2006

 

L'ONDA TRASVERSALE

ombretta diaferia abrigliasciolta  1987 - 2020

ogni riproduzione deve essere preventivamente autorizzata dagli autori di testi,  immagini, fotografie e loghi,

tutelati dalle vigenti normative europee sulla proprietà intellettuale